RELAZIONE SULL’ATTIVITÀ SVOLTA NEL 2012

RELAZIONE SULL’ATTIVITÀ SVOLTA NEL 2012

Per l'Associazione “Camminare Insieme”, il 2012 è stato un anno nel quale, nonostante la lunga malattia del Presidente e fondatore, sono state confermate solidità,  efficienza  organizzativa e qualità dei servizi prestati. Sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati e utilizzate bene le risorse economiche a disposizione. I dati quantitativi e il livello qualitativo degli interventi, riportati nelle pagine seguenti, lo confermano.

Il merito maggiore per il conseguimento di questi importanti risultati deve essere attribuito all'impegno dei volontari, che si sono distinti per le personali motivazioni e per l’alto livello di competenze.

I risultati positivi sono inoltre dovuti al fatto che tutti gli operatori, impegnati sia nella fase dell’accoglienza che negli ambulatori medici, prestano la massima attenzione alle persone: il paziente viene accompagnato con dignità e rispetto nelle diverse fasi, a partire dall'anamnesi fino alla diagnosi, alla cura e alla verifica della sua efficacia.

Il sistema informativo, che garantisce l'efficienza organizzativa, registra e dà oggettività a tutti questi passaggi, tanto da aver creato una preziosa banca dati che  l'Università stessa ha chiesto di poter consultare, pur nella riservatezza dei dati sensibili.

I soci e i soci volontari si sono applicati nel dare visibilità a quanto ha fatto e sta facendo la Compagnia di San Paolo, con forme personalizzate di comunicazione-informazione e la predisposizione di una mailing list che ha permesso un nuovo rapporto con numerosi soggetti “interessati”. Nella presentazione aggiornata dell'Associazione si è data visibilità ai grandi sostenitori.

Riteniamo inoltre che l'approvazione, da parte degli enti istituzionali, di tutti i progetti presentati in questi ultimi anni (24 progetti approvati e cofinanziati dal 1999 ad oggi)  sia un'ulteriore conferma dei livelli qualitativi/quantitativi raggiunti.

Costante è stato l'impegno attivo e propositivo in rete con associazioni di volontariato e istituzioni che operano nel nostro medesimo settore socio-sanitario.

La validità dell’azione rivolta particolarmente alle madri per educarle all’adozione di buone pratiche in campo igienico/sanitario, soprattutto per quanto riguarda i bambini, ha trovato conferma nella recente approvazione, da parte del CSV Idea Solidale, del progetto “Info –Rom”

IL POLIAMBULATORIO

1 - NUOVI PAZIENTI

Analizzando i dati della nostra attività nel 2012 sotto il profilo sociologico, si evidenzia che il fenomeno migratorio, dal nostro punto di osservazione,  presenta alcune variazioni rispetto agli anni precedenti, spiegabili con il momento di crisi economica che stiamo attraversando e con la situazione di instabilità politica di alcuni Paesi.

Nel 2012 i nuovi pazienti registrano una conferma del Marocco al primo posto (515 pazienti).

Il maggior aumento in percentuale, rispetto al 2011, si registra fra i pazienti della Romania e della Nigeria (Tab.1)

Tabella 1

NAZIONE

NUOVI PAZIENTI 2012

PERCENTUALE 2012

NUOVI PAZIENTI 2011

PERCENTUALE 2011

MAROCCO

515

32

517

34

ROMANIA

441

27

370

25

NIGERIA

107

7

81

5

SENEGAL

61

4

45

3

BANGLADESH

59

4

52

4

EGITTO

53

3

33

2

ITALIA

35

2

31

2

ALTRI PAESI

353

21

381

25

 

 

 

 

 

TOTALE NUOVI PAZIENTI

1624

100

1510

100

Nella ripartizione per genere, nel 2012  le donne sono in minoranza rispetto agli uomini: le donne che sono arrivate al poliambulatorio nei 19 anni di attività sono state 16.667, mentre gli uomini sono stati 19.654

Nella ripartizione per età, nel 2012 è aumentato del 41% il numero dei pazienti nella fascia di età compresa fra 0 e 15 anni. Possiamo spiegare questo aumento con il fatto che molte madri Rom hanno cominciato a portare i loro bambini all’ambulatorio di pediatria.

I pazienti compresi nella fascia di età da 16 a 25 anni sono aumentati del 25%.

Per le altre fasce di età non ci sono variazioni da rilevare (Tab.2).

Tabella 2

ETÀ

NUMERO PAZIENTI 2012

NUMERO PAZIENTI 2011

da 0 a 15

240

170

da 16 a 25

299

239

da 26 a 55

2.002

2.003

> di 55

307

327

2 - ATTIVITÀ AMBULATORIALE

Nell’anno 2012 si sono raggiunti i 136.348 interventi, dopo 19 anni di attività della Camminare Insieme.

Nel 2012 registriamo 7.950 interventi contro i 7.573 del 2011.

Le specialità nelle quali è stato effettuato il maggior numero di interventi sono sempre le stesse: medicina generale (4.896), odontoiatria (1.228) e ginecologia (415),  cioè quelle stesse che erano presenti quando la Camminare Insieme ha cominciato la sua attività (Tab.3).

Tabella 3

PRESTAZIONE

2012

2011

CARDIOLOGIA

69

97

CHIRURGIA

52

82

DERMATOLOGIA

86

78

ECODOPPLER

20

 

ECOGRAFIA

161

169

ECOGRAFIA GINECOLOGICA

84

86

FISIATRIA

72

74

FISIOTERAPIA

58

 

GINECOLOGIA

415

405

MEDICINA GENERALE

4.893

4.582

NEUROLOGIA

63

34

OCULISTICA

46

160

ODONTOIATRIA

1.228

1.329

OPTOMETRIA

66

60

ORTOPEDIA

132

129

OTORINOLARINGOIATRIA

35

78

PEDIATRIA

317

129

PNEUMOLOGIA

135

81

UROLOGIA

18

0

3 – I VOLONTARI

Negli ultimi anni la difficoltà di reperire volontari, soprattutto odontoiatri, ha rappresentato un vero problema per la Camminare Insieme. Ciò è dovuto a molti fattori e non ultimo certamente la crisi economica, che ha imposto soprattutto ai liberi professionisti un maggiore impegno nello svolgimento della  professione.

Nonostante questa situazione nel 2012 abbiamo avuto un turn-over che ha permesso di mantenere il numero di 118 volontari attivi, anche se sono diminuite le ore di disponibilità.

Una peculiarità della nostra associazione è quella di coinvolgere nell’attività anche volontari immigrati. Nel 2012 il 16% dei volontari attivi sono stranieri, mentre negli anni la percentuale dei volontari stranieri è stata del 20%.

Se si considera la totalità di quanti operano nella Camminare Insieme, cioè volontari e dipendenti, la percentuale degli stranieri nel 2012 è stata del 18%: dei 7 dipendenti, 6 sono stranieri.

Dal 1993 al 2012 hanno prestato servizio di volontariato 682 persone.

 

PROGETTI PER OBIETTIVI

PROGETTO LAVORO

Nel 2012 la Camminare Insieme ha aderito al progetto Reciproca Solidarietà e Lavoro Accessorio finanziato dalla Compagnia di San Paolo con il Comune di Torino Divisione Lavoro. Sono state inserite nel Progetto 9 persone straniere disoccupate che hanno collaborato in lavori di ristrutturazione e manutenzione dei locali dell’ambulatorio, nella cura del giardino e dell’orto, e nell’animazione di un gruppo di 15 bambini che non avevano potuto inserirsi in altre attività estive.

PROGETTO MAMME

 

Nel 1999, dopo circa sei anni di attività dell’ambulatorio, abbiamo constatato che molte delle patologie che venivano diagnosticate avevano origine dalle condizioni socio-economiche delle persone. Abbiamo quindi deciso di rivolgere la nostra attenzione alla parte più vulnerabile della popolazione, cioè all’area materno-infantile. Da allora abbiamo presentato ogni anno dei progetti che sono sempre stati approvati e cofinanziati dalla Regione Piemonte e dalla Provincia di Torino. In tutto sono stati finanziati 19 progetti Questi progetti vengono realizzati in locali attigui al Poliambulatorio che l’Opera Barolo ci ha messo a disposizione e che sono conosciuti come “Il Salone delle Mamme”.

Al mese di dicembre 2012 risulta che sono state seguite dal 1999, con i progetti cofinanziati dalla  Provincia di Torino e con le risorse della Camminare Insieme, 480 donne provenienti da 38 Paesi.

I primi 6 Paesi di provenienza sono Marocco, Nigeria, Romania, Perù, Ecuador, Albania.

.PROGETTI ATTUATI NEL 2012

Progetto “ZACCARIA 4”

Il progetto ZACCARIA 4 (finanziato dalla Provincia di Torino) prevedeva la prosecuzione dei progetti ZACCARIA, ZACCARIA 2 e ZACCARIA 3. Ha avuto inizio a settembre 2011 e si è concluso il 30 giugno 2012.

Il progetto aveva come scopo la tutela della salute di bambini affetti da gravi patologie specialistiche, nei casi in cui il nucleo familiare si trovasse in situazione di particolare disagio economico e sociale. Sono stati seguiti 15 bambini.

Progetto “STUDIARE INSIEME”

Il progetto “STUDIARE INSIEME” (ammesso a cofinanziamento della provincia di Torino con la partecipazione finanziaria della Regione Piemonte) prevedeva il sostegno socio-economico e scolastico a bambini stranieri appartenenti a famiglie in situazione di grave disagio economico. Ha avuto inizio il 15 luglio 2011 e si è concluso il 31 marzo 2012.

Sono stati seguiti 41 bambini, dei quali 10 iscritti alla Scuola Media e 31 alla Scuola Elementare.

Altri interventi di carattere sociale

Grazie soprattutto alle donazioni di amici, soci e volontari e al contributo dell’8 X mille della Diocesi di Torino, abbiamo potuto aiutare persone in difficoltà per problemi economici e di salute, anche al di fuori dei Progetti per le mamme.

 

Avvertenze sull'uso dei cookies. Consultando questo sito date l'approvazione sull'utilizzo dei cookies. Noi usiamo i cookies esclusivamente per migliorare le prestazioni del nostro sito e conoscere i vostri interessi nella consultazione. Per trovare ulteriori informazioni sui cookies che noi usiamo e come cancellarli, vedere la nostra pagina.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information